Il “bon ton” per scrivere una mail

Elisabetta Feroldi DiElisabetta Feroldi

Il “bon ton” per scrivere una mail

5/5 (4)

Spesso ci capita di scrivere una mail in maniera affrettata e di scoprire poi che la stessa è finita tra lo SPAM del destinatario. Quando ciò accade, il server Smtp che ha spedito il messaggio viene inserito in black-list,
 rendendo tutti i successivi messaggi identificabili come spam e rifiutati dai destinatari.

Forse non tutti sanno che bastano piccoli accorgimenti per migliorare il punteggio che viene assegnato a una mail. Eh sì, punteggio! Ogni volta che mandiamo delle mail le stesse vengono filtrate da sofisticati software antispam che analizzano il messaggio e gli danno un punteggio in base a delle regole ben precise. Più il punteggio è alto, più farà finire la nostra mail nello SPAM.

Vediamo dei piccolissimi accorgimenti che possiamo avere per evitare che accada:

Quando scriviamo l’oggetto della mail NON va MAI scritto in maiuscolo, il maiuscolo è una caratteristica dello spammatore e i filtri antispam lo classificano come tale.

Se non dobbiamo scriverlo in maiuscolo figuriamoci se possiamo omettere l’oggetto. Deve sempre esserci scritto qualcosa nell’oggetto ( a caratteri minuscoli).

Il corpo del messaggio deve SEMPRE contenere un minimo di testo soprattutto se inviamo un link o un allegato.

Se alleghiamo un file deve essere in un formato conosciuto e con una denominazione sensata.

Se alleghiamo un’immagine dobbiamo avere l’accortezza di inserire un’immagine di dimensioni non troppo grandi, i filtri antispam si insospettiscono quando il rapporto tra immagine e testo è troppo alto.

E’ sempre preferibile utilizzare un server SMTP autenticato quando inviamo una mail

Il servizio effettua il controllo antispam sui messaggi in uscita, PRIMA di spedirli:
il “postino elettronico” si accorge che nel messaggio c’è spazzatura e non lo spedisce.

Sembrano banalità ma a volte bastano pochi accorgimenti per mandare una buona mail.

Quanto ti piace?

Articoli correlati

  • Per essere efficaci, spam e phishing devono cogliere di sorpresa, e quindi cambiano spesso. Una nuova ondata di messaggi che coglieranno impreparati molti, spinti dall’impulso di cliccare per contrastare l’ingiustizia delle accuse. Si perché il messaggio che sta invadendo la posta di moltissimi, ha come oggetto “Querela per diffamazione aggravata“.…
  • Avete presente quella sensazione che si prova quando inviamo un messaggio di posta ma non abbiamo la certezza che sia stato consegnato, ricevuto dal destinatario? Tipo un viaggio della speranza, sai se parti ma non sai se arrivi. Ognuno di noi quando viaggia organizza il tour in modo sicuro, si…

Info sull'autore

Elisabetta Feroldi

Elisabetta Feroldi

Technical Support and Junior Social Media Manager. Provengo da una famiglia di appassionati di elettronica e informatica. Sono nel settore dal 1998, ho avuto la fortuna di iniziare la mia carriera lavorativa in uno dei primi Internet Service Provider di Italia. Instancabilmente curiosa e piena di idee sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Per soddisfare la mia voglia di comunicare mi occupo della gestione del blog di Servizi-Internet. Amo il mare, cucinare e passeggiare con il mio adorato cane Sir Orazio Nelson.