Il viaggio della speranza

Elisabetta Feroldi DiElisabetta Feroldi

Il viaggio della speranza

5/5 (7)

Avete presente quella sensazione che si prova quando inviamo un messaggio di posta ma non abbiamo la certezza che sia stato consegnato, ricevuto dal destinatario? Tipo un viaggio della speranza, sai se parti ma non sai se arrivi.

Ognuno di noi quando viaggia organizza il tour in modo sicuro, si vuole partire con serenità e arrivare sani e salvi. Ecco! La stessa cosa la vogliamo per i nostri messaggi di posta, sia che riguardino il lavoro che la nostra vita privata.

Ma come si invia un messaggio di posta? Un messaggio di posta viene inviato tramite SMTP  (Simple Mail Transfer Protocol) il protocollo standard per la trasmissione via internet di e-mail. L’SMTP puo’ essere autenticato e non.

Se l’SMTP è autenticato è possibile inviare email tramite il proprio client di posta elettronica (Mail,Outlook, Thunderbird,, ecc), le impostazioni della posta in uscita rimarranno invariate indipendetemente dal tipo di Provider utilizzato. Per gli utenti sempre in mobilità, è la soluzione ideale perché indifferente alla connessione in uso (Alice, Fastweb, Tim, Tre, Vodafone, Wind) e al posto in cui ci si trova (ufficio, casa, supermercato).

Inviare una mail con SMTP non autenticato e vincolato alla vostra connessione internet/adsl (Alice, Fastweb, Tim, Tiscali, Tre, Vodafone, Wind, ecc..) non garantisce un invio certo e sicuro.

Quali problemi possiamo riscontrare untilizzando un SMTP non autenticato?

Alcuni operatori bloccano l’uso del servizio SMTP, impedendo l’invio della posta agli utenti Adsl.

Sapete perché alcuni messaggi non arrivano a destinazione o vengono bloccati come spam?

Un messaggio viene riconosciuto come spam quando il server che lo riceve
gli attribuisce un “punteggio di rischio” secondo parametri standard.
Quando ciò accade, il server Smtp che ha spedito il messaggio viene inserito in black-list,
rendendo tutti i successivi messaggi identificabili come spam e rifiutati dai destinatari.

Un solo messaggio di SPAM inviato da un singolo utente,
può quindi danneggiare tutti gli utenti che condividono lo stesso server SMTP.

Affidarsi a un SMTP autenticato, quindi gestito da un server indipendente puo’ garantire un invio sicuro e certo dei nostri messaggi.

Inoltre fornisce un alto livello di assistenza in merito alle analisi degli invii effettuati (e quindi poter avere risposte certe nel momento in cui sia necessario verificare l’esito di una spedizione).
Alcuni servizi SMTP forniscono un sistema antispam avanzato che avvisa il cliente che sta spedendo un messaggio di SPAM addirittura prima che esso venga preso in carico dal server, impedendo di fatto l’invio di messaggi di SPAM.
ne consegue l’impossibilità di finire in blacklist.

Quanto ti piace?

Articoli correlati

  • Spesso ci capita di scrivere una mail in maniera affrettata e di scoprire poi che la stessa è finita tra lo SPAM del destinatario. Quando ciò accade, il server Smtp che ha spedito il messaggio viene inserito in black-list,
 rendendo tutti i successivi messaggi identificabili come spam e rifiutati dai…
  • Per essere efficaci, spam e phishing devono cogliere di sorpresa, e quindi cambiano spesso. Una nuova ondata di messaggi che coglieranno impreparati molti, spinti dall’impulso di cliccare per contrastare l’ingiustizia delle accuse. Si perché il messaggio che sta invadendo la posta di moltissimi, ha come oggetto “Querela per diffamazione aggravata“.…

Info sull'autore

Elisabetta Feroldi

Elisabetta Feroldi

Technical Support and Junior Social Media Manager. Provengo da una famiglia di appassionati di elettronica e informatica. Sono nel settore dal 1998, ho avuto la fortuna di iniziare la mia carriera lavorativa in uno dei primi Internet Service Provider di Italia. Instancabilmente curiosa e piena di idee sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Per soddisfare la mia voglia di comunicare mi occupo della gestione del blog di Servizi-Internet. Amo il mare, cucinare e passeggiare con il mio adorato cane Sir Orazio Nelson.