Aggiornamento Windows 10

Elisabetta Feroldi DiElisabetta Feroldi

Aggiornamento Windows 10

5/5 (7)

Eccoci giunti al termine dell’era di Windows 7.
Dal 15 Gennaio Microsoft interromperà definitivamente il supporto tecnico a uno dei sistemi operativi con maggior successo di sempre.

Sostituto in corsa al fallimentare Vista, Windows 7 approda nel luglio 2009, a oggi conta circa 900 milioni di untenti, se si considera che solo nel primo anno le licenze ufficiali ammontavano a 600 milioni tralasciando quelle illegali, sono cifre da capogiro.

Cosa significa che termina l’era di Windows 7?

Non vuol dire che da domani smetterà di funzionare, semplicemente non verranno rilasciati aggiornamenti e questo mette a rischio la sicurezza dei dispositivi sui quali è installato, quindi ci rende più vulnerabili a eventuali attacchi da parte di hacker, Saremo più esposti a virus, falle di sicurezza errori di sistema e come spesso accade alcune applicazioni potrebbero smettere di funzionare (si pensi per esempio a whatsapp che ha smesso di funzionare su alcuni modelli di smartphone ormai obsoleti).

La scelta migliore è optare per il passaggio e Windows 10 che non prevede nessun costo.

Ma se non si intende optare per questa scelta per tutelarsi, sicuramente bisogna dotarsi di antivirus potenti oltre a limitare l’uso dell’account di amministrazione alle funzioni più importanti.

Come si fa a fare l’aggiornamento a Windows 10 in modo gratuito e legale?

Innanzitutto Microsoft da la possibilità di aggiornare il sistema operativo a Windows 10 solo agli utenti che sono in possesso di una licenza ufficiale di Windows 7 e che abbiano i seguenti requisiti minimi di sistema:

Registra il tuo Marchio

https://www.microsoft.com/it-it/windows/windows-10-specifications#primaryR2

Una volta chiarito se possiamo procedere basta andare sul sito ufficiale dell’azienda:

https://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10

clicchiamo su: «Scarica ora lo strumento»

seguiamo la procedura fino alla fine e una volta che l’aggiornamento sarà completato andremo in :

«Start», «Impostazioni», «Aggiornamento e Sicurezza» e per ultimo «Attivazione».

A questo punto se vedremo la licenza del nuovo Windows 10 aggiornamento sarà andato a buon fine e potremmo sentirci più sereni.

Perchè optare per l’aggiornamento a Windows 10, che problemi potremmo avere?

Per esempio la Posta elettronica Certificata o anche la posta ordinaria configurata su client che girano su Windows 7 potrebbe iniziare a dare dei problemi di TLS, come per esempio potrebbe smettere di ricevere o potrebbe chiederci in continuazione l’inserimento della password. Per ovviare a questo problema sarà necessario chiedere l’intervento di un tecnico che dovrà provvedere all’inserimento di varie patch che in futuro magari non potrebbo più essere valide.

Potremmo avere problemi di certificati SSL, problemi di accesso ai siti internet in SSL, ecc..

Altro esempio, per i fedeli a Google Chrome dovranno prendere atto che rimarrà compatibile con Windows 7 solo fino al 2021.

A voi la scelta.

Quanto ti piace?